Livio Ticli

Academia.edu    

L. Ticli all’organo di Girolamo Cavazzoni

Formazione • Ha iniziato gli studi di Pianoforte e Flauto dolce all’età di sei anni e successivamente Composizione e Canto corale all’età di sedici. Cresciuto tra Palermo e Lecco, ha poi studiato con alcuni fra i più importanti compositori e tastieristi italiani presso il Conservatorio «G. Verdi» di Como. Allo stesso tempo ha deciso di approfondire la sua conoscenza su tecnica e repertorio vocali dedicandosi allo studio delle fonti musicali antiche (teoriche e pratiche), facendo esperienza personale sul suono e frequentando anche corsi, seminari e masterclass con alcuni dei più importanti cantanti di musica antica in Europa (Emma Kirkby, Jill Feldman).

Nel 2001 e 2002 ha vinto una borsa di studio europea per partecipare al progetto C.H.O.I.R. presso la Landesakademie del Baden-Württemberg mentre nel 2004, 2005 e 2007 una Borsa di Studio al Merito bandita dalla Fondazione «W. Stauffer» per gli studi in Musicologia presso l’Università degli Studi di Pavia (Cremona). Nel 2003 è stato selezionato per una borsa di studio indetta dall’Università degli Studi di Pavia (una collaborazione con la collezione degli strumenti musicali del Sistema Museale d’Ateneo) e nel 2005 per un’ulteriore borsa del Comune di Camaiore per partecipare al Convegno internazionale di Studi «L’istituzione ‘Cappella musicale’ fra Corte e Chiesa nell’Italia del Rinascimento».

«Sono estremamente annoiata il più delle volte quando ascolto musica antica…

Dopo essersi trasferito a Cremona, nel 2007 si laurea cum laude in Musicologia (Cremona), discutendo la tesi «L’insegnamento della composizione nella ‘Musica Poëtica’ di Johann Andreas Herbst». Ottiene, col massimo dei voti, il diploma di Specializzazione di II livello in Polifonia Rinascimentale presso l’Accademia Internazionale della Musica di Milano con la tesi «La diminuzione italiana fra XVI e XVII secolo. Considerazioni sulla prassi esecutiva». Durante il suo iter formativo, affronta lo studio di Filologia, Liturgia, Paleografia Latina, Storia della Prassi esecutiva e di altre discipline specialistiche come la Solmisazione Rinascimentale, il Contrappunto storico, Canto Gregoriano e Paleografia Musicale Bizantina (sotto la guida di Diego Fratelli, Giacomo Baroffio e Sandra Martani).

Inoltre, a compimento del suo percorso professionale e accademico svolge un tirocinio didattico all’interno della classe di Pratica Corale presso il Dipartimento di Musica Antica dell’Accademia Internazionale della Musica di Milano e frequenta corsi e seminari in musica d’insieme rinascimentale, danza storica, gestualità barocca, editoria musicale (Finale/Sibelius), audio engineering e business planning.

…Se solo i cantanti avessero il fegato di cantare la musica antica a modo loro»

Andrea von Ramm

Ricercatore/Docente • Come cofondatore di Tetragirys con G. Baroffio, Anastasia Eun Jun Kim e Marcello Mazzetti ha continuato ad approfondire gli studi medievistici collaborando con S. Martani. Dopo aver visitato Iasi (Romania) in cui ha potuto esperire direttamente una tradizione musicale ancora ‘viva’ si è interessato a studi comparativi fra la tradizione musicale occidentale e orientale.

Nel 2006 fonda insieme a M. Mazzetti Palma Choralis® e instaura uno stretto e proficuo legame fra ricerca e pratica, affrontando questioni di Pedagogia e Teoria Musicale, Prassi esecutiva e Canto Liturgico fra Medioevo e Rinascimento e concentrandosi in particolare su canto, strumenti a pizzico rinascimentali, diminuzione/improvvisazione e sull’intima relazione fra tradizione scritta e orale.

Negli ultimi anni ha lavorato in qualità di docente e nel 2004 e 2007 è stato tutor di Contrappunto Storico/Analisi musicale presso il Dipartimento di Musicologia dell’Università degli Studi di Pavia. È il co-ideatore dei progetti didattici di Palma Choralis® ed è stato chiamato in qualità di docente ospite/conferenziere presso Scuole superiori, Istituti musicali e Conservatori italiani (Parma, Ferrara, Reggio Emilia, Cremona). 

Musicista • Il suo vivace approccio  al repertorio segue i precetti rinascimentali e grazie alla sua lunga formazione incarna appieno il perfecto musico del Rinascimento che sa suonare, cantare e recitare. Come esecutore poliedrico in esclusiva per Palma Choralis® ha eseguito e ideato programmi musicali che portino i risultati della ricerca su inedite fonti musicali, all’interno di eventi come pubbliche esecuzioni, liturgie, rappresentazioni teatrali sacre e profane, rievocazioni storiche, conferenze e convegni musicologici. Dalla fondazione di Palma Choralis® è maestro di concerto, direttore musicale dell’Ensemble vocale e strumentale, arrangiando anche numerose opere musicali per differenti organici in ossequio alla pratica Rinascimentale per ogni sorta di stromenti.

In recenti collaborazioni esterne è apparso ne «L’incoronazione di Poppea» di Claudio Monteverdi rappresentato nel 2008 a Milano (come Littore e Liberto) e nel 2009-2010 è stato cantore del coro e solista della Schola gregoriana «Benedetto XVI». Nell’estate del 2011 ha portato in tournée (Francia e Ungheria) un programma musicale sulla danza storica assieme al gruppo Danzar Cortese e lo stesso anno ha collaborato con l’associazione culturale e di danza storica La Parma a diversi progetti di archeologia sperimentale per la ricostruzione di spettacoli e banchetti rinascimentali.

Direttore artistico/Manager di eventi culturali • Oltre al suo lavoro come ricercatore, docente e musicista, nella sua attività si è occupato anche di eventi culturali in generale e della stretta interrelazione fra musica, arte e poesia. Dal 2010 ha diretto «Conditor alme siderum», un festival culturale con patrocini nazionali ed internazionali «fra Arte, Musica, Scienza e Fede» che si svolge in Avvento a Cremona e del quale è anche organizzatore e direttore artistico.

Selected presentations

(with M. Mazzetti) «Stravaganze & Urtoni son tutte gratie». Oralità e scrittura fra Medioevo e Rinascimento (Reggio Emilia, «A. Peri» Conservatoire, 6 April 2013) [‘«Stravaganze & Urtoni son tutte gratie». Orality and writing between Middle Ages and Renaissance’]

(with M. Mazzetti) Palm, Entanglement e Mirror: il ‘Cantore’ nell’Era Digitale (Cremona, State Library, 21 November 2012 and Reggio Emilia, «A. Peri» Conservatoire, 15 December 2012)

(with M. Mazzetti) Musica & Suggestioni Harmoniche dalle Tre Corone (Cremona, 25 May 2009)

(with M. Mazzetti) Musica profana italiana fra Quattro e Cinquecento: «L’intonazione umanistica» (Cremona, 5 December 2008)

Il repertorio ‘sommerso’ – Musica Sacra in Italia tra XV e XVI sec. (Cremona, 28 November-12 December 2008) [The ‘sunk’ repertory – Sacred Music in Italy between 15-16th cent.’]

(with Mazzetti, M.), Prassi esecutiva del Canto Fratto in alcuni trattati italiani (secoli XVI-XIX), 8th National Meeting «Canto Fratto in Italy between theory and practice» (Radda in Chianti, 5-7 October 2007)

(with Tetragirys), Siria e Bisanzio nei canti di Milano e di Roma, International Meeting «Paradoseis [Paradhosis]. Byzantine Music between oral and written tradition» (Palermo and its district, 2-7 May 2006).

 

Papers

(with Mazzetti, M.), ‘Le Sacrae Cantiones a 4 voci di Floriano Canale (1581)’, (in press, forthcoming 2013).

(with Mazzetti, M.), ‘Prassi esecutiva del Canto Fratto in alcuni trattati italiani (secoli XVI-XIX)’, in Giacomo Baroffio – Michele Manganelli (eds.), Il Canto Fratto. Un repertorio da conservare e da studiare. Atti dei convegni tenuti a Radda in Chianti dal 2005 al 2008, Radda in Chianti: n.p., 2010, 89-110.

 

Selected Music Projects-Productions/Modern Premieres exclusively for Palma Choralis®

Te lucis ante terminum. Music for the Compline Office in Reggio Emilia at the beginning of 17th cent.

Reggio Emilia, S. Stefano Church, 2008

Officium Stellae. Sacred Representation between Middle Ages and Renaissance

Brescia, S. Giovanni Evangelista Church, 2009

Cremona, SS. Apollinare e Ilario Church, 2012

«Dialogo Pastorale al Presepio di Nostro Signore» by G. F. Anerio

Reggio Emilia, S. Filippo Church, 2011

  Actual Research Interests MAIN

Renaissance Music Performance Practice;

Medieval Sacred Music Performance Practice;

Vocal ornamentation and vocality history (until 19th cent.);

Vocal improvisation, Continuo playing and, generally, instrumental improvisation/accompaniment from origins to 17th cent.

OTHER

Relation between alive Music Traditions and Early Music (e.g. Byzantine Music and, generally, other orally-transmitted musical traditions);

Overtones singing and generally eastern vocal technique;

Medieval and Renaissance Harps, their use and contexts;

Use of some ‘unusual’ instruments during Middle Ages and Renaissance: plucked psaltery, Italian Lirone.